Il Centro Interuniversitario di Studi Quebecchesi (CISQ) si è costituito nel 1998 a partire da un già esistente Centro di Studi Quebecchesi (CSQ) fondato a Bologna nel 1984 da Franca Marcato. Il CISQ è oggi composto da 9 Unità Operative: Bologna (sede organizzativa e amministrativa), Bari, L’Aquila, Firenze, Genova, San Pio V di Roma, Torino, Trento, Venezia.

Scopo del Centro è quello di sviluppare iniziative di ricerca nei diversi settori della cultura francofona del Canada, con particolare riguardo per la lingua e la letteratura del Quebec. Il Centro favorisce inoltre la raccolta e lo scambio di documentazione, informazioni e materiali di ricerca; organizza, anche in collaborazioni con altri centri e istituzioni, conferenze, seminari e convegni internazionali, pubblicandone i risultati scientifici; infine traduce e divulga testi significativi della letteratura quebecchese.

Nella Biblioteca del Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere Moderne dell’Università di Bologna è custodito un rilevante numero di opere letterarie e critiche relative al Québec, nonché di riviste. Ulteriore materiale si può trovare presso la Biblioteca di Discipline Umanistiche di Bologna, così come nelle Biblioteche delle altre Unità Operative del Centro. Tale patrimonio viene periodicamente aggiornato.

Un lettore di scambio canadese di lingua francese collabora alle attività del Centro presso la sede di Bologna.

Diversi insegnamenti di letterature di lingua francese, fra cui quello della letteratura quebecchese, sono tenuti dai membri del Centro nelle loro rispettive università – anche se la didattica non è diretta competenza del CISQ.

È attivo presso l’Università di Bologna un Dottorato di ricerca in Letterature moderne, comparate e postcoloniali. Al suo interno un indirizzo è consacrato alle “Letterature dei paesi di lingua francese”, in cui si può studiare la lingua e la letteratura del Québec e che vede l’afferenza di docenti membri del CISQ.